Prezzo su Richiesta - Price on Request

Categoria:

Tipologia: Villa

Comune:

Locali: 5+

Mq: 200

Prezzo:

DESCRIZIONE

Roma – Appia Antica:  in via Caetana (con accesso da Via Appia Antica), proponiamo in vendita una villa unifamiliare indipendente, una cornice suggestiva costituita da importanti valori naturalistici, storici ed archeologici, a 350 metri dalla storica via Appia Antica e a pochi minuti a piedi dal mausoleo di Cecilia Metella e Catacombe.
La Villa su piano unico di circa 200mq coperti complessivi, include una dependance/studio, un  bungalow ed una lavanderia & ripostiglio esterni, circondati da 1.200mq di giardino curatissimo con alberi di alto fusto e zona barbeque . Due entrate, una  pedonale ed una carrabile con piazzola con possibilità di 3 posti auto.
Completamente ristrutturata nel 2009, l’edificio padronale  è costituito da un salone doppio di circa 60 mq con camino in travertino bucciardato e con soffitto a travi in legno, cucina moderna Schiffini , 3  camere, uno studiolo e due bagni in marmo (uno con vasca Jacuzzi, uno con doccia con cromoterapia). Impianti : Elettrico Domotica con touchscreen ; Sistema di sicurezza con telecamere, aria condizionata con  pompa di calore Daikin ; Riscaldamento Riello e radiatori di arredo Runtal; Irrigazione nell’intera corte tramite pozzo con orologio.
Pavimenti in parquet Listone Giordano e porte in legno pregiato, grate e persiane in ferro tutto fatto a mano. Infissi in alluminio a taglio termico con doppia apertura. La dependance/studio indipendente è ricavata parzialmente in una grotta naturale, e si compone di una camera con bagno in marmo. Il bungalow in legno con bagno.

Prezzo su richiesta

Per informazioni: 0657287632 – info@vienove.it
oppure usare modulo Richiesta Informazioni a fianco, sopra la mappa >>

 

Alcune informazioni sulla via Appia Antica e sul Parco Archeologico: 

La via Appia è una strada romana, che collegava l’antica Roma a Brundisium (Brindisi), il più importante porto per la Grecia e l’Oriente, nel mondo dell’antica Roma. L’Appia è probabilmente la più famosa strada romana di cui siano rimasti i resti; la sua importanza viene confermata dal soprannome che i Romani le avevano dato: regina viarum.

I lavori per la costruzione iniziarono nel 312 a.C., per volere del censore Appio Claudio Cieco (Appius Claudius Caecus, appartenente alla Gens Claudia), che fece ristrutturare ed ampliare una strada preesistente che collegava Roma[2] alle colline di Albano. I lavori di costruzione si protrassero fino al 190 a.C., data in cui la via completò il suo percorso fino al porto di Brindisi.

 Nel 71 a.C., 6 000 schiavi si ribellarono sotto la guida del celebre Spartaco (Spartacus). Dopo la cattura e la morte dello schiavo, tutti i ribelli vennero a loro volta catturati e crocifissi lungo la strada, fino a Pompei.

 La strada fu restaurata ed ampliata durante il governo degli imperatori Augusto, Vespasiano, Traiano, Adriano. Dopo la caduta dell’Impero romano d’Occidente, la strada cadde in disuso per molto tempo, fino a quando Papa Pio VI ordinò il suo restauro e la riportò in attività.

 Dal porto di Brindisi salpò Federico II in direzione della Terra santa; nel Medioevo, l’Appia divenne, con la via Traiana, la via dei crociati. La strada dimenticata per secoli fu riscoperta durante il periodo rinascimentale.

 Ampie parti della strada originale si sono preservate fino ad oggi ed alcune sono tuttora usate per il traffico automobilistico (per esempio vicino a Velletri). Lungo la parte di strada più vicina a Roma si possono ammirare numerose tombe e catacombe romane delle prime comunità cristiane.

La strada fu costruita con perizia e precisione degna dei migliori ingegneri moderni, tanto da essere percorribile con ogni tempo e mezzo grazie alla pavimentazione che la ricopriva. Mentre sul semplice sterrato, infatti, gli agenti atmosferici, primo fra tutti la pioggia, rendevano difficile il cammino dei mezzi di trasporto a ruote, la presenza delle grandi pietre, levigate e perfettamente combacianti, che costituiscono il fondo della via permetteva la circolazione in qualunque condizione meteorologica. La pavimentazione poggiava a sua volta su di uno strato di pietrisco, che colmava una trincea artificiale, la quale assicurava la tenuta del drenaggio.

 Si trattava di una tecnica nuova e rivoluzionaria e fu a partire da una tale innovazione che la Repubblica e l’Impero Romano poterono costruire la vastissima rete stradale del mondo romano. Quasi sempre rettilinea, larga circa 4,1 metri (14 piedi romani), misura che permetteva la circolazione nei due sensi, affiancata sui lati da crepidines (marciapiedi) per il percorso pedonale, l’Appia si meritò ben presto l’appellativo di regina delle strade (regina viarum). Sulla Via Appia apparvero per la prima volta le pietre miliari.

 Negli anni ’50 e ’60 sul tratto urbano della Via Appia Antica si realizzano ville esclusive, che diventano residenza dell’alta società romana.

 Il Parco dell’Appia Antica e un’Area Protetta, istituita nel 1988, unica nel panorama italiano dei parchi naturali e con pochi paragoni storici, monumentali e paesaggistici al mondo.  Per salvaguardare e valorizzare questo immenso patrimonio storico-naturalistico è stato istituito il Parco dell’Appia Antica, che ha come punto di riferimento principale proprio la Via Appia, la strada più importante e famosa dell’antica Roma, definita già dagli antichi come la Regina delle strade. L’area del parco copre una superficie di circa 3.500 ettari, comprendente la via Appia e le sue adiacenze per un tratto di 16 chilometri, la valle della Caffarella, l’area archeologica della via Latina e il Parco degli Acquedotti.

Dal marzo 1997 l’intero territorio del Parco, 3.500 ettari, è chiuso al traffico privato tutte le domeniche e i giorni festivi e si trasforma nella più grande isola pedonale della città, da percorrere a piedi o in bicicletta Un’occasione da non perdere per passare in tranquillità un’intera giornata all’interno di uno dei paesaggi più belli del mondo: tra tesori archeologici e percorsi nel verde, passeggiate in bicicletta o a piedi.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

nome (richiesto)

telefono

email (richiesto)

messaggio

Compilando questo modulo dichiari di aver letto e accettato l'informativa sulla Privacy

MAPPA